Nucleo di vigilanza ambientale, ecco le novità

  Questo contenuto è nella categoria:
  Commenti: Commenti disabilitati su Nucleo di vigilanza ambientale, ecco le novità

Nucleo di vigilanza ambientale
Importanti novità per i lavori del nucleo di vigilanza ambientale della Regione Puglia. Dopo 21 mesi di trattative e attese, la Regione Puglia ha modificato il contratto sottoscritto il 31 luglio 2016 dal personale dell’ex polizia provinciale, assorbito dalla Regione nel nucleo di vigilanza ambientale. La modifica del contratto riconosce ai lavoratori le qualifiche di polizia giudiziaria e di pubblica sicurezza, quest’ultima, in realtà, mai revocata o sospesa. In questo modo, i lavoratori ottengono il pieno riconoscimento delle proprie funzioni professionali e, di conseguenza, la piena operatività del loro impiego. Non da ultimo, così come assicurato dal dirigente del personale, Nicola Paladino, ai sindacati, i lavoratori otterranno le indennità di vigilanza arretrate, a far data dal primo agosto 2016.
In questi mesi 21, il mancato riconoscimento delle qualifiche di polizia giudiziaria e di pubblica sicurezza, una sorta di lacuna contrattuale, è stata contestata con forza dalla Funzione Pubblica della Cgil di Puglia che, non ha caso, l’ha inserita fra i punti della vertenza sindacale aperta nel 2016 con la Regione. Oggi, dopo quasi due anni di promesse non mantenute, la Fp Cgil saluta con soddisfazione questo traguardo, ribadendo, allo stesso tempo, il proprio impegno per una corretta ripartizione dei fondi dei personale su ogni provincia.

 

Il commenti a questo post sono chiusi